cervo inverno.jpgDa più parti ci si chiede se il foraggiamento invernale della selvaggina sia utile e opportuno, abbiamo rivolto la domanda al Dr.vet. FVH Marco Viglezio, membro del comitato centrale della FCTI e membro del gruppo di lavoro ungulati (GLU), come già ribadito in più occasioni, emerge dalle risposte del Dr. Viglezio, il principio che il foraggiamento invernale della selvaggina potrebbe non essere la soluzione ideale e che sotto certi aspetti sarebbe anche dannosa per la selvaggina. Le frequenti nevicate che si sono succedute dallo scorso mese di novembre sulle valli Superiori del Cantone, le segnalazioni di cervi e caprioli in situazioni critiche e l’intervento ampiamente mediatizzato da parte della SpaB, che mediante elicottero ha portato del foraggio in altitudine, hanno riportato alla ribalta la problematica del foraggiamento artificiale della selvaggina durante la stagione invernale. Su incarico della FCTI cercherò di esporre alcune considerazioni, alla luce delle più recenti conoscenze della biologia della selvaggina.

viglezio.jpgI tempi cambiano e di conseguenza anche il modo di cacciare e di gestire il patrimonio che la natura ci ha messo a disposizione.

Ad ogni cacciatore si chiede una gestione sostenibile delle specie cacciabili, di conseguenza caccia sostenibile significa prelevare l'interesse lasciando intatto il capitale.

 

Nella sua seduta del 14 dicembre 2011, il Comitato centrale FCTI ha adottato una nuova struttura organizativa attribuendo determinate responsabilità ai suoi membri, alcuni dei quali coordineranno le singole aree di competenza.

Il tutto in un'organizzazione collegiale, collaborativa e compartecipativa. Sotto la rappresentazione schematica:

                              

 I dettagli relativi alle varie mansioni e ai vari collaboratori delle singole aree le trovate nel seguente documento.

 

Membri della FCTI nelle commissioni del CdS

e nei vari gruppi di lavoro

per i dettagli clicca qui

 

Federazione Cacciatori TIcinesi

La FCTI è nata nel 1995 dalla fusione delle due federazioni esistenti FACTI e UCAV, le sue attività sono regolate dallo statuo federativo consultabile al seguente link .

Fra gli scopi perseguiti dalla FCTI ricordiamo i più importanti:

Mantenere viva la tradizione della caccia promuovendo una sana ed efficace educazione venatoria.

Rappresentare le società affiliate presso le autorità cantonali e federali, come pure nelle commissioni della caccia, tutelando i diritti dei cacciatori.

Promuovere giornate con cacciatori e aspiranti per la  tutela ed il recupero degli habitat idonei alla fauna selvatica.

Propugnare un’efficace riforma delle bandite di caccia mediante l’adozione di un piano regolatore che consenta di garantire uno sviluppo armonico e razionale del nostro patrimonio faunistico.

Pubblicare un periodico ed un sito web di riferimento per i cacciatori ticinesi.

La legge cantonale sulla caccia riconosce la FCTI come collaboratore del Cantone nella gestione del patrimonio faunistico e della caccia, nonché nell’informazione del pubblico.

A tale scopo, il Consiglio di Stato ha designato dei rapresentanti della FCTI nelle seguenti commissini e gruppi di lavoro:

  • Commissione consultiva della Caccia
  • Commissione Esami
  • Commissione consultiva per la Caccia nel Mendrisiotto
  • Gruppo di lavoro Zone di tranquillità
  • Gruppo di lavoro grandi Predatori
  • Gruppo di lavoro Habitat
  • Gruppo di lavoro  Uccelli Ittiofagi 

 

Presidente 

Avv. Fabio Regazzi

Via Dei Lupi 1a   

6596 Gordola

 

Segretario Cassiere 

Michele Tamagni

Casella postale 5   

6582 Pianezzo

Contatto

Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Responsabile della comunicazione

Patrick Dal Mas

Via Casa del Frate 22c     

6616 Losone 

Contatto

Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

 


Coordinate Bancarie

Banca Raiffeisen del Camoghé

Piazza Grande 99

6512 Giubiasco

Federazione Cacciatori Ticinesi – FCTI

IBAN n. CH21 8034 4000 0056 5251 5

Conto corrente postale: 65-6841-1

N. clearing bancario: 80344

SWIFT-Code: RAIFCH22