Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
 

 

Tempi duri per gli occhi indiscreti

Il Consiglio di Stato ha stabilito il regime venatorio valido per la stagione 2017.
Le modifiche sono pubblicate sul Foglio ufficiale (clicca qui) e saranno distribuite a tutti i cacciatori al momento del rilascio della patente.

La caccia alta avrà luogo dal 1° al 16 settembre e dal 19 al 24 settembre 2017.
Camoscio e capriolo
Il Consiglio di Stato, allo scopo di valutarne l’efficacia sull’arco di almeno due anni, ha deciso di confermare la proposta della Federazione Cacciatori Ticinesi (FCTI) introdotta la scorsa stagione venatoria:

4 capi per cacciatore (massimo 3 camosci, dei quali non più di 2 adulti), dei quali al massimo:
-    1 maschio di camoscio di almeno 2,5 anni dal 1° al 3 settembre per colui che non l’ha catturato nel 2016, o sempre nel 2016 oltre al maschio adulto ha catturato anche una femmina di camoscio non allattante di almeno 2,5 anni,
oppure 1 maschio di capriolo di almeno 1,5 anni dal 1° al 3 settembre,
oppure 1 maschio di camoscio di almeno 2,5 anni dal 4 al 13 settembre per colui che ha precedentemente abbattuto una femmina di camoscio non allattante di almeno 2,5 anni;
-    2 femmine di camoscio non allattanti di almeno 2,5 anni dal 1° al 13 settembre;
-    1 femmina di capriolo non allattante di almeno 1,5 anni dal 1° al 13 settembre;
-    1 camoscio di 1,5 anni (anzello) maschio o femmina dal 1° al 13 settembre.
Colui che cattura un maschio di camoscio di almeno 2,5 anni quale primo capo di camoscio non ha più diritto al terzo capo di camoscio.
Colui che cattura un camoscio maschio di 1,5 anni (anzello) con corna superiori ai 15 cm (fa stato il corno più corto) non ha più diritto al camoscio maschio di almeno 2,5 anni d’età e viceversa.
Cervo
-    1 maschio con almeno 2 punte su uno dei palchi dal 1° al 16 settembre;
-    e 3 femmine non allattanti dal 1° al 16 settembre, inoltre dal 19 al 24 settembre;
-    e 2 femmine allattanti, dal 19 al 24 settembre, a condizione che prima sia stato abbattuto il loro cerbiatto nel corso della stessa azione di caccia;
-    e 2 cerbiatti (cervi dell’anno) dal 19 al 24 settembre;
-    e 1 maschio con palchi senza diramazioni (fusone) di lunghezza non superiore alle orecchie (fa stato il palco più corto) dal 1° al 16 settembre, inoltre dal 19 al 24 settembre.
Colui che cattura una femmina non allattante ha diritto a un secondo maschio con almeno 2 punte su uno dei palchi dal 1° al 16 settembre.
Cinghiale
Catture illimitate dal 1° al 16 settembre, inoltre dal 19 al 24 settembre.
Da notare che è stata reintrodotta la tassa di 2.- CHF al chilogrammo in caso di cattura di una femmina di peso superiore ai 55 kg (eviscerata), allo scopo di sensibilizzare i cacciatori a prelevare prioritariamente gli esemplari più giovani.
Marmotta
Due marmotte per cacciatore dal 3 al 4 settembre.
Da notare inoltre:
-    l’introduzione del divieto di usare le fototrappole a scopo venatorio, in quanto il loro uso è ritenuto contrario ai principi dell’etica venatoria;
-    la parificazione della zona del piano della valle di Blenio con le aree analoghe della Riviera e del Bellinzonese, dove per motivi di sicurezza si potrà cacciare il lunedì, martedì, giovedì e venerdì unicamente da postazione fissa posta ad un’altezza minima di 2 metri dal suolo;
-    l’obbligo del cacciatore a fare tutto il possibile affinché ricerchi e recuperi i capi di selvaggina feriti, facendo capo in caso di necessità a un cane da traccia  appositamente addestrato e abilitato;
-    la creazione di una base legale cantonale per l’istituzione di zone di tranquillità a favore della selvaggina durante in periodi stagionali più critici.

Per la caccia bassa e la caccia acquatica le modalità di prelievo rimangono pressoché invariate rispetto alla scorsa stagione.

Per ulteriori informazioni rivolgersi aGiorgio Leoni, Capo ufficio caccia e pesca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 091/ 814.28.71 (Comunicato stampa Bellinzona,  11 luglio 2017)