Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
 


Lo scorso 25 ottobre il Consiglio di Stato ha approvato il decreto sul nuovo Regolamento relativo alla caccia selettiva allo stambecco, preparato in stretta collaborazione fra l’UCP e la FCTI. Lo stesso è stato pubblicato nel Bollettino ufficiale delle leggi. Come già in precedenza, alla caccia possono iscriversi e partecipare tutti i cacciatori che hanno staccato almeno 10 patenti cantonali di caccia alta, di cui almeno una negli ultimi 3 anni. Ecco le principali novità: 
L’autorizzazione di caccia ha una durata di 2 anni: il primo anno viene assegnato un capo femmina non allattante. In caso di cattura della femmina, il secondo anno viene attribuito un capo maschio (classe di età estratta a sorte).

Il rilascio dell’autorizzazione è vincolato al pagamento delle seguenti tasse: fr. 200. - per il primo anno di caccia e fr. 200. - per il secondo anno di caccia. In caso di cattura le tasse per il capo abbattuto ammontano a: maschi di almeno 11 anni fr. 700. -/maschi da 6 a 10 anni, fr. 500. -/maschi da 4 a 5 anni, fr. 400. -/maschi da 1 a 3 anni e femmine non allattanti fr. 200. -.
L’iscrizione è da inoltrare per iscritto, tramite formulario ufficiale (sarà disponibile un link sul sito UCP), all’Ufficio della caccia e della pesca del Canton Ticino tramite lettera raccomandata, nel periodo dal 1° al 31 dicembre, nel rispetto delle condizioni indicate sul bando pubblicato sul F.U. Il bando annuale non viene pubblicato fintanto vi è un numero sufficiente di iscrizioni.
In caso di numero di cacciatori iscritti superiore al numero di capi (femmine, rispettivamente maschi) a disposizione, si effettuerà un’estrazione a sorte per l’assegnazione dei permessi.
L’iscrizione dei cacciatori non sorteggiati rimane valida: essi saranno automaticamente ammessi all’assegnazione dei capi dell’anno seguente. Priorità d’estrazione è data progressivamente per anno d’iscrizione. 
Disposizioni transitorie
I cacciatori che nel corso del 2016, rispettivamente 2017, rispettivamente 2018 sono stati sorteggiati per il maschio, possono iscriversi nuovamente solo a partire da dicembre 2018, rispettivamente dicembre 2019, rispettivamente dicembre 2020.
I cacciatori che nel 2017 sono stati sorteggiati per la femmina e hanno portato a termine la cattura, più i cacciatori che potenzialmente hanno diritto al maschio quale prossimo capo secondo le vecchie normative a partire dal 2010, possono partecipare al sorteggio per l’assegnazione dei capi maschi nel 2018; inoltre nel 2019 e 2020 per gli eventuali capi in esubero. Verrà comunque chiesto di confermare per iscritto entro il 31 dicembre 2017 il loro interesse in tal senso, tramite lettera personale che sarà inviata verso metà del corrente mese.
In caso di mancata estrazione del maschio entro il 2020 sarà necessaria una loro nuova iscrizione alla caccia da dicembre 2020 partendo dalla femmina.
I cacciatori iscritti alla femmina ma che non partecipano all’estrazione 2017, saranno considerati iscritti a partire da dicembre 2017 nel rispetto delle nuove normative (verrà comunque chiesto di confermare per iscritto entro il 31 dicembre 2017 il loro interesse in tal senso, tramite lettera personale).
Per scaricare il decreto clicca qui.