Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
 

 

Riunione del Comitato centrale del 22.01.2018 di Patrick Dal Mas   
Il Presidente, per l’Ufficio Presidenziale, apre la seduta annunciando che la FCTI, insoddisfatta della risposta del Direttore della RTSI a riguardo degli inaccettabili contenuti della fiction “Il Guardacaccia”, ha inoltrato un reclamo all’Ombudsman della RTSI a tutela dell’immagine della caccia e dei cacciatori ticinesi. Un comunicato stampa (presente sul sito della Federazione) inoltrato a tutti i media cantonali presenta le motivazioni ed i contenuti dello stesso. Per quanto concerne il processo di riorganizzazione interno della FCTI, si è entrati nella fase decisiva, in cui le società venatorie hanno inoltrato le proprie osservazioni in merito alle bozze dei documenti ad esso legati.

Per quanto riguarda l’Area Comunicazione, il responsabile informa che i 600 esemplari dei volantini stampati da CacciaSvizzera riguardanti il problema delle recinzioni saranno consegnati all’Assemblea Presidenti, per essere poi distribuiti all’interno delle società venatorie. Si informa inoltre che nel 2018 la FCTI organizzerà due momenti informativi a favore dei cacciatori, uno riguardante l’igiene delle carni e l’altro dedicato al tema dei cani da ferma nella caccia alpina.
Per quanto riguarda l’Area Tiro, il responsabile comunica importanti novità riguardanti la prova obbligatoria per i cacciatori che vogliono staccare la patente. Recentemente, durante un incontro con i vertici dell’UCP, alla FCTI è stato proposto un mandato per coordinare e gestire l’organizzazione futura della stessa. Il comitato, all’unanimità, decide di aderire al principio di collaborazione con l’UCP, scaricando al gruppo di lavoro di approfondire e definire i contenuti di questo mandato.
Al termine della riunione di comitato, segue il tradizionale incontro annuale con i Presidenti distrettuali, ai
quali vengono presentati gli indirizzi di gestione venatoria per il regolamento 2018, le modifiche previste per la riorganizzazione interna e il progetto di massima di coordinazione della prova di tiro obbligatoria.