Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
 

Riunione del Comitato centrale del 14.05.2018 di Patrick Dal Mas   
In entrata di seduta il Presidente, per l’Ufficio Presidenziale, saluta i nuovi membri di Comitato, eletti recentemente dall’Assemblea Delegati, secondo i principi della riorganizzazione della FCTI. Un particolare saluto al nuovo membro per il Distretto di Lugano, Avv. Davide Corti. Un ringraziamento va anche a Simona Tamagni, moglie del segretario cassiere Michele Tamagni, per il lavoro di contabilità svolto in sua assenza. Il presidente si dichiara molto soddisfatto dell’esito delle due assemblee, in cui nella prima è stato accettato a larga maggioranza il nuovo statuto FCTI e il Regolamento per gli indirizzi venatori, e nella seconda l’On. Zali, a sorpresa, ha dichiarato di abolire il controllo delle mascelle per cervi e caprioli.

Soddisfazione anche per gli indirizzi venatori 2018 presentati dalla FCTI e approvati a larga maggioranza dai delegati. Riconosciuta anche dall’Assemblea la possibilità di continuare a negoziare le controproposte dell’UCP.
Il Comitato riconferma all’unanimità il vicepresidente Marco Viglezio. Vengono poi discusse ed assegnate le Aree di lavoro, secondo questa  ridistribuzione:
. Area Ufficio Presidenziale: Fabio Regazzi. Mail <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
. Area Finanze, amministrazione e logistica: Michele Tamagni. Durante la sua assenza, ad interim, l’Area è assegnata a Reto Pellanda. Mail <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
. Area Comunicazione: Patrick Dal Mas. Mail <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
. Area Gestione Venatoria: Marco Viglezio. Mail <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
. Area Formazione ed esami: Davide Corti. Mail <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
. Area Giuridica e legislativa: Fabrizio Monaci. Mail: <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
. Area Rapporti esterni e interni: Enzo Barenco (ad interim)
. Area Gestione del territorio: Enzo Barenco. Mail<Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
. Area Tiro Cantonale e prova di tiro: Maurizio Riva, Mail <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>

Ogni responsabile di area potrà proporre un minimo di due collaboratori, scelti all’interno o all’esterno del comitato stesso. La decisione formale spetterà poi al Comitato allargato.
Viene poi esaminato il regolamento interno delle indennità dei membri di comitato e per i collaboratori d’Area. Rimangono da definire il codice etico del cacciatore ticinese, il regolamento dell’Assemblea delegati e il regolamento dei Distretti.
Numerose le tematiche affrontate negli eventuali:
. Il 26 maggio Marco Viglezio, in quanto membro di comitato, parteciperà all’Assemblea generale a Landshut.
. Nel mese di aprile, una delegazione della FCTI aveva incontrato una delegazione della RSI, con la mediazione dell’ombudsman (Avv. Galli), dopo la trasmissione della fiction “Il Guardacaccia”, che la FCTI ha considerato offensiva e lesiva nei confronti del mondo venatorio. Dall’incontro la FCTI ha chiesto alla RSI delle scuse ufficiali e un eventuale spazio televisivo in cui mostrare al pubblico il vero volto del mondo venatorio ticinese.
. Il 16 giugno è prevista l’Assemblea delegati di CacciaSvizzera che avrà luogo a Yverdon-Les-Bains.  La FCTI ha diritto a 6 delegati che vi possono partecipare.
. Per quanto concerne il tiro obbligatorio, iniziato recentemente a livello cantonale, stanno sorgendo i primi inghippi, soprattutto per quanto riguarda la certificazione per chi va a sparare al di fuori del Ticino. Si decide che i tiri effettuati fuori cantone sono validi per il tiro obbligatorio unicamente se poi vengono certificati sul formulario ticinese.

. Il Comitato decide di ordinare a CacciaSvizzera 200 brochures sulla gestione del cinghiale.
. Gli indirizzi sul regolamento venatorio 2018 sono stati approvati dall’Assemblea delegati, che ha inoltre delegato il compito al Comitato centrale di proseguire nella trattativa con l’UCP per quanto concerne le sue controproposte. Per questo motivo si decide di inoltrare per iscritto a breve tutta una serie d’osservazioni in merito.