Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
 

Riunione del Comitato centrale del 18 febbraio 2019 di Patrick Dal Mas

Per l’Ufficio Presidenziale, in entrata di seduta, il Presidente saluta i membri di Comitato e informa i presenti della fusione, avvenuta recentemente, delle 4 società venatorie locarnesi in un’unica società (Società cacciatori del locarnese e Valli). Il Comitato saluta con gioia questa nuova fusione, auspicando che altre società in Ticino seguano quest’esempio. Il Presidente si esprime in modo positivo anche per la recente Assemblea Presidenti, che ha avuto luogo a Rivera il 28 gennaio scorso, ottimamente organizzata dalla Società dei Conduttori cani da traccia ticinese. Si ricorda poi ai presenti che l’iniziativa contro le nuove direttive UE sulle armi è ampiamente riuscita con la raccolta di oltre 125'000 firma. Il Pool Caccia-Pesca e Tiro sostiene quest’iniziativa, così come la FCTI. Il Comitato viene poi informato e si congratula con l’interessato della recente nomina da parte del CdS dell’Avv. Davide Corti come nuovo Presidente della Commissione Esami. Da ultimo il Comitato decide di partecipare in quanto ospite d’onore al Salone della Caccia, della Pesca e della Biodiversità, che avrà luogo a Martigny dal 7 al 9 giugno prossimi.

Per l’Area Giuridica il responsabile informa che due rappresentanti del Comitato hanno recentemente partecipato alla serata informativa sulla revisione del nuovo comune di Bellinzona. La FCTI ha chiesto di essere interpellata per tutto ciò che concerne tematiche riguardanti la fauna e l’habitat del suddetto perimetro comunale. Per quanto riguarda il tema delle recinzioni abusive che ogni anno uccidono numerosi selvatici, il Comitato viene informato del fatto che i cacciatori del Canton S. Gallo si sono mossi per una modifica della legge attraverso un’iniziativa legislativa. La FCTI decidere invece di scegliere la strada della mozione parlamentare per risollevare la tematica nel mondo politico cantonale. Si decide inoltre di preparare il Codice etico dei cacciatori ticinesi entro l’Assemblea delegati di maggio.

Per l’Area Segretariato e Finanze, il responsabile mostra rapidamente la tendenza dell’evoluzione dei soci affiliati della FCTI per distretto. In quasi tutti si constata una lenta ma progressiva diminuzione. Segue poi la prova e la scelta della nuova tenuta del Comitato FCTI; i singoli membri parteciperanno a coprirne parte dei costi.

Per l’Area della Gestione Venatoria il responsabile informa che il 6 aprile prossimo avrà luogo la giornata di formazione per i candidati cacciatori sul tema dell’eviscerazione, l’igiene delle carni e le malattie della selvaggina. Numerosi cacciatori si sono già iscritti e sono pochi i posti ancora disponibili. Seguirà nei prossimi mesi la raccolta delle proposte scaturite dalle assemblee delle società e vagliate dai Distretti. Seguiranno poi gli incontri con l’Autorità per la definizione del regolamento venatorio 2019.

Per l’Area Comunicazione il responsabile informa che nel vecchio sito (in attesa della definizione di quello nuovo) è stata recentemente modificata la parte riguardante la Prova Periodica di Tiro per il cacciatore, in cui sono stati aggiunti le informazioni e i documenti scaricabili necessari per organizzare la stessa. Il Comitato viene poi informato che è stata inoltrata alla RSI la richiesta di traduzione in italiano dell’interessantissimo documentario sulla caccia in Svizzera, trasmesso recentemente sulla SF1. Il regista stesso si è detto pronto a tradurre in italiano la parte che riguarda la sua intervista. Il Comitato identifica poi tra i candidati alle prossime elezioni, coloro che sono cacciatori, decidendo di sostenerli attraverso un comunicato che verrà pubblicato sulla rivista, sul sito e su Instagram. Da ultimo si informa che i followers del profilo Instagram della FCTI hanno superato ormai le 400 unità.

Per l’Area Territorio e Habitat il responsabile informa che il 14 gennaio scorso è scaduto il termine per l’inoltro di progetti d’intervento habitat. Sono giunte 19 richieste di intervento da parte di 14 società venatorie per un investimento di fr. 69’000. - circa. Il responsabile informa che dalla parte del Gruppo di Lavoro cantonale non sembra esserci molto entusiasmo per il progetto di creazione di cartelli per segnalare dove sono in corso dei lavori di recupero di habitat, al fine di promuovere le attività in questione nei confronti dell’opinione pubblica. Se non ci fosse un’adesione al progetto in questione promosso dalla FCTI, il Comitato decide di portarlo avanti in modo indipendente.

Per l’Area Formazione ed Esami il responsabile informa che si è raggiunto con l’Autorità l’accordo di togliere dagli esami venatori una decina di uccelli e di aggiungere l’importante tema dell’igiene delle carni.

Per l’Area Tiro il responsabile informa che per il prossimo 23 febbraio la FCTI ha organizzato il corso per monitori e direttori di tiro. Al momento si contano già 28 iscrizioni. Il 7 e il 21 marzo prossimi la FCTI organizza inoltre delle prove di tiro al Ceneri aperti a tutti i cacciatori. Per quanto riguarda il Tiro Cantonale il gruppo di lavoro preposto si riunirà prossimamente per l’organizzazione dell’edizione 2019.